E.Lasys

Vilnius, la città della Divina Misericordia

Attraversando le viuzze della Città Vecchia di Vilnius e le strade alberate del vicino quartiere di Antakalnis, i pellegrini provenienti da tutto il mondo vengono a scoprire i luoghi di origine della devozione alla Divina Misericordia. Nel 1933 Suor Faustina si trasferì a Vilnius dalla Polonia per unirsi alla congregazione delle Suore della Beata Vergine Maria della Misericordia di Antakalnis. Negli anni seguenti ebbe diverse visioni di Gesù che furono il fondamento della devozione alla Divina Misericordia e che la sorella confidò alla sua guida spirituale, padre Michał Sopoćko. Proprio grazie al suo aiuto e attraverso le descrizioni delle visioni di Suor Faustina, il pittore Eugenijus Kazimirovskis realizzò la prima Immagine della Divina Misericordia, il dipinto del Gesù Misericordioso. Con l’occupazione sovietica quest’opera sembrava destinata a rimanere nell’oscurità ma la notizia dell’Immagine della Divina Misericordia e le copie del dipinto iniziarono a diffondersi in tutto il mondo.

Nel 2000 Papa Giovanni Paolo II proclamò Suor Faustina la prima santa del terzo millennio. In questa occasione dichiarò che la misericordia sarebbe stato il messaggio più significativo del nuovo millennio, rafforzando in questo modo la devozione per la Divina Misericordia. 

I pellegrini possono ora ammirare la rappresentazione originale del Gesù Misericordioso custodita nel Santuario della Divina Misericordia, situato in Dominikonų g. nel centro storico di Vilnius e aperto tutto il giorno. A poca distanza, nel quartiere di Antakalnis è possibile visitare la casa di Santa Faustina, dove la suora ebbe la maggior parte delle sue visioni e dove ricevette la coroncina della Divina Misericordia.

Diversi luoghi a Vilnius sono associati alla vita di Santa Faustina e del Beato Michał Sopoćko, situati lungo la via di pellegrinaggio della Divina Misericordia. Ogni anno un gran numero di fedeli si reca nella capitale per la settimana della Divina Misericordia, che si svolge tra la domenica di Pasqua e quella successiva.

Un altro sito di grande interesse per la devozione della Divina Misericordia è la Cappella della Porta dell’Aurora dove è conservato il dipinto della Vergine Maria Madre di Misericordia. Maria della Porta dell’Aurora, raffigurata senza il bambino, accompagna con lo sguardo ogni visitatore. A metà novembre si tiene la Festa dell’Indulgenza della Porta dell’Aurora, che richiama un gran numero di fedeli.